Io

Mi piace l'idea del per sempreMa il durante è tutta una questione mentaleSono un tipo romanticoMi aggrappo alle personeCredo in loroUn po come la storia infinitaIo, riservato e sognatoreEntro in questo mondoProssimo alla distruzioneMa sono sia il buono che il cattivoMille pensieri che mi affliggonoInnumerevoli paureImmaturo sentimentalmentePerché non riesco a comandareQuella parte di me che

La forza della fragilità

Vedo tutto in bianco e neroForse è il mio modo di essereMa da quando è ritornataVedo un piccolo spiraglio di luceVoglio credere che sia il mio arcobalenoVoglio che sia qualcosa in più alla mia vita Una luce di speranza Nell'ombra del mio oblio Sono tendenzialmente un coglione Ma l'amore che provo per lei va oltreOltre

Rumore silenzioso

Cammino per le strade della mia cittàLa notte si è fatta grandeCon le stelle che sussurrano ricordiSono un pò ubriaco ma che faPosso solo ascoltare il silenzioQua giù in cittàIl passo si fa più pesanteGli occhi socchiusiCon uno sguardo nel passato Scorro tra le personeProbabilmente perse come meChe vagano in silenzioTra il rumore del cuoreE

Emozioni

Mi chiedo come staiSaiÈ colpa delle favole che mi hanno creato aspettative Come conchiglie sulla sabbiaVado alla deriva trasportato dalla rabbia Mi chiedo come stai Per capire perché non mi cerchi mai Ricordo i tuoi capelli un po disordinati Ricordo l'ultima volta che ci siam baciati Devo smetterla di stare male Devo smetterla di pensare

Attimo contrario

Forse cogliere l'attimo non è sempre una giusta cosa Sono incoerente e me ne rendo conto Ma l'attimo è sempre pieno di emozioni Che fanno star male Perché sono un pirla Con innumerevoli sentimenti Instabile e nostalgico L'attimo.. È una gran cazzata - Emanuele D.

#3.45

Si parla Di sentimentiDi emozioni Ma la verità è che abbiamo paura Paura di mostrarli Di raccontare di noi Di ciò che non ci piace Di ciò che amavamo Siamo come bottiglie in riva al mareCon un messaggio che non verrà mai letto

Lei è vita

Eri li distesa sua sabbia Con la vodka che scorreva nel tuo corpo Quel corpo che sentivo palpitare E la pelle che sfiorava la mia Sentivo in te l'oceano Sentivo tempesta Sentivo calma Sentivo libertà Che tu mia donna Sprigionavi con i tuoi sorrisi nascosti. E io dinanzi a te Ero solo una piccola parte

Resta

Resta al mio fiancoCi sono ancora tante cose che devo raccontartiHo ancora bisogno di quel tuo sorrisoDi quel rossetto sbavatoDi come mi guardi mentre fumi la tua quinta sigarettaChe pian piano si consumaUn po come il nostro rapportoVorrei baciarti ancora Quelle tue labbra così sofficiMi resta che guardarti da una foto Con in mano un